Comunicare non è importante, è l'unica cosa che conta.

Quali sono gli effetti del denaro sul nostro cervello? Come ci comportiamo quando dobbiamo parlare di soldi o intraprendere una discussione importante a riguardo?

Denaro e mente: rischio tilt

Partiamo da un assunto fondamentale: i soldi sono in grado di mandare completamente in tilt il nostro cervello.

I motivi per cui questo è vero risiedono nelle zone più profonde della nostra mente. Il denaro, infatti, è lo strumento con cui misuriamo qualsiasi cosa e grazie al quale siamo in grado di dare valore agli oggetti, ai servizi e perfino alle persone. I rapporti, infatti, sono spesso valutati a partite dallo stato economico degli individui.

Compreso tutto ciò, è facile capire il motivo per cui abbiamo difficoltà a ragionare razionalmente quando si tratta di denaro. Esso consiste nella principale motivazione che ci spinge a lavorare e ad alzarci la mattina, e per questo il rischio di esserne ossessionati, sopratutto nei momenti di crisi, è molto alto. Nei periodi di difficoltà, infatti, siamo soliti attribuire ogni problema alla mancanza di denaro e per questo non siamo in grado di mantenere la lucidità necessaria se dobbiamo affrontare discussioni in merito, vedendo il nostro livello di ansia e di stress alzarsi continuamente.

Come evitare che il cervello vada in tilt?

Difficile dare consigli in merito, perché ognuno di noi si relaziona al denaro in maniera differente. Nemmeno i nostri cari possono darci una mano: basti pensare che il denaro è alla base della maggior parte delle liti tra marito e moglie.

Un buon metodo per evitare che il cervello vada in tilt è tentare di razionalizzare il più possibile ogni aspetto. Partire dal tempo può essere una buona idea. Se comprendiamo come utilizziamo il nostro tempo, possiamo comprendere per quali ragioni fatichiamo a guadagnare. In questo modo, possiamo mettere in pratica una serie di accorgimenti per essere sempre più efficaci e produttivi.