Comunicare non è importante, è l'unica cosa che conta.

Strategie quotidiane di mindfullness

Il libro di Ronald D. SIegel, "Qui e ora"

“Mi fa un po’ male la testa, speriamo che non mi venga un’emicrania…” “Se soltanto avessi…” “Perché continuo a sbagliare?” Pensieri di questo tipo affiorano di continuo alla nostra mente e ci procurano ogni giorno inutili sofferenze, spingendoci a cercare il piacere o evitare il dolore e facendoci vivere nel passato o proiettati nel futuro. Con l’unico risultato di distoglierci dall’intensità del momento attuale. La mindfulness può invece aiutarci a riscoprire la pienezza del “qui e ora”, permettendoci di vedere le cose così come sono, di accettare più serenamente incertezze e cambiamenti, di preoccuparci meno dell’autostima, delle vittorie e delle sconfitte, e di rinunciare alla nostra lotta per controllare ogni cosa.